logo
logo
Privacy policy‚Äč
Cookie policy
Orario
Lun-Ven
9.00-18.00
© Tutti i diritti riservati 2021 Quokka Lab

Breda 176

via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-1via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-13via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-12via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-11via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-10via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-9via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-8via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-7via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-6via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-5via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-4via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-3via-ernesto-breda-176-studiodbm-milano-2

INTERVENTO: Riqualificazione immobile

 

LOCALIZZAZIONE: Via Ernesto Breda 176, Milano

 

ANNO: 2010

Il lotto, che era già stato oggetto di un intervento di ristrutturazione e ampliamento nel 2002, è costituito da una serie di corpi di fabbrica dotati di openspace e da un parcheggio situato al pian terreno.

 

Obiettivo del progetto, sviluppato nel 2010, è stato quello di realizzare un intervento di riqualificazione generale dell’immobile, cercando di puntare sul rinnovamento dell’immagine, della funzionalità e del posizionamento all’interno del mercato.

 

Gli interventi, iniziati nel gennaio del 2011, hanno principalmente mirato a dare una nuova identità all’edificio mediante segni di riconoscimento forti nel contesto urbano.

 

Le facciate degli edifici sono state completamente rinnovate attraverso una struttura di rivestimento realizzata in alluminio di diverse colorazioni, intervallata da tagli orizzontali di color rosso. La facciata presenta così un sistema dinamico e mai banale, che riflette la luce in maniera differente in funzione della posizione del sole durante il giorno.

 

I tagli orizzontali rossi rappresentano un segno riconoscibile di rottura verso il passato e sono dotati di un sistema di illuminazione lineare e di colorazione rosso che di notte esalta l’immobile e lo rende un punto focale della zona. Il punto di maggiore visibilità dell’edificio è la ferrovia, nello specifico nella tratta in corrispondenza della quale i binari sono direttamente collegati alla stazione centrale di Milano. Questo porta l’immobile a configurarsi come segno riconoscibile nel panorama architettonico all’ingresso della città.

 

Il progetto di riqualificazione ha interessato anche gli spazi interni, ripensati per essere versatili e accogliere diverse funzioni all’interno degli ambienti che compongono il volume, conferendo di fatto una maggior flessibilità d’uso all’immobile e rendendolo adatto ad ospitare più tenants.

 

Questo aspetto è fondamentale in quanto l’immobile, date le sue notevoli dimensioni, ben si presta ad essere suddiviso e utilizzato da più locatori.

 

Per la ragione di cui sopra si è inoltre provveduto a suddividere, sia da un punto di vista catastale che edile, i vari spazi che compongono l’edificio. Per fare ciò è stato necessario progettare in dettaglio non solo tutti gli aspetti architettonici ma anche quelli impiantistici, così da creare una serie di aree indipendenti ma facilmente accorpabili in caso di unico locatore. Per garantire questa estrema flessibilità degli spazi è stato necessario implementare il sistema di illuminazione naturale inserendo nuove finestre e nuovi lucernari in copertura.

 

A coronamento dell’intervento di riqualificazione generale di cui sopra si è intervenuti anche sugli spazi esterni attraverso il ripristino e la ceratura della pavimentazione galleggiante, nonché mediante la progettazione di patii interni e la realizzazione di giardini contemporanei, giochi d’acqua, sedute e pensiline, elementi fondamentali alla creazione di uno spazio verde fruibile.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder