Via Calizzano – Milano – Residenze Emissioni Zero

residenziale

Description

La richiesta del committente di insediare in quest’area un complesso residenziale di case singole è punto di partenza dell’ipotesi progettuale che propone l’idea di abitare in un complesso residenziale basso caratterizzato dalla presenza di ampi spazi destinati al verde ed alla socialità, in un equilibrio tra lo spazio costruito e lo spazio aperto. Una riflessione sui complessi residenziali nord europei, modello insediativo presente nel panorama architettonico internazionale degli ultimi anni, è stata supporto all’elaborazione progettuale. La casa unifamiliare soddisfa la domanda abitativa più comune, più normale e, diremmo quasi, ovvia. (F. Di Gennaro, Abitare la densità: la casa bassa ad alta densità come progetto possibile per la costruzione di nuovi paesaggi urbani, Clup, Milano, 2006). La forma allungata del lotto ha suggerito la collocazione della parte costruita prevalentemente sui lati lunghi (bordi est e ovest) e la creazione di uno spazio centrale attrezzato come spazio di percorrenza nord-sud. L’articolazione dei volumi costruiti si allinea con il linguaggio contemporaneo della Milano che cambia inserendosi nello stesso tempo nel tessuto urbano tradizionale. Gli edifici che si snodano lungo i bordi est e ovest sono costituiti da abitazioni su tre livelli più l’interrato, caratterizzate dalla presenza di uno spazio verde, di un patio coperto e dal terzo livello destinato a spazio flessibile che ha, anche, la funzione di regolatore termico del bioclima interno dell’edificio. Il bordo nord del lotto, è caratterizzato dalla presenza di un edificio residenziale basso a ponte che crea una piazza coperta al piano terra. Gli appartamenti, capaci di rispondere a diverse esigenze, sono dotati di terrazzi e spazi verdi. A completamento dell’edificio è stato progettato un attico con accesso privato, ampie superfici vetrate e grande terrazzo attrezzato. Sono stati progettati accorgimenti per garantire un elevato comfort agli ambienti e ridurre i consumi energetici. Le strategie ambientali messe in atto prevedono il massimo sfruttamento degli apporti solari grazie all’installazione di un impianto fotovoltaico in copertura che alimenta le pompe di calore. Inoltre si prevede la creazione di ampi spazi verdi e di un tetto a giardino realizzato con colture idroponiche. Il progetto stabilisce un nuovo standard nella qualità dell’abitare all’interno delle città contemporanee.